Il muro

13,00

Cosa hanno in comune una bambina ebrea sopravvissuta ai campi di concentramento e un ragazzino palestinese che vive in un villaggio ai confini di Gerusalemme, prigioniero di muri e posti di blocco? La risposta sta nell’amicizia, che vediamo nascere fra un’anziana professoressa di musica israeliana e il suo giovane allievo palestinese. A unirli, oltre alla musica, la sofferenza, la paura, la precarietà della vita, soprattutto la speranza in un mondo migliore, dove si lotti per la pace e non per la guerra, dove la conoscenza dell’altro aiuti a costruire ponti e non muri.
Da questo libro s’impara, attraverso una scrittura scorrevole e mai noiosa, che i rapporti e la passione vanno oltre qualsiasi barriera.
I muri si possono abbattere con convinzione, basta volerlo. L’amicizia fra Ilda e Omar, grazie al linguaggio universale della musica rappresenta la speranza per farlo.
In un’epoca in cui assistiamo a una crescita esponenziale dei muri, fa riflettere questo delicato racconto in cui sono protagonisti la musica della vita e i suoi più alti sentimenti. (Andrea Mucci)

Pathos Edizioni – Ottobre 2020


Giuseppe Delle Vergini, avvocato, si occupa in particolare di diritti dei migranti e diritti umani.
Ha realizzato tre documentari sul mondo dei migranti: Storie di casa nostra: viaggio tra i nuovi toscani (2007), Viaggio in Italia, ma siamo razzisti? (2009) e Tra vent’anni (2014). Ha pubblicato due libri sullo stesso tema e numerosi racconti e poesie, vincendo diversi premi. Pubblica a quattro mani la raccolta Racconti fumiganti e rubicondi Scatole Parlanti (2017) e il noir Colorato di giallo, bordato di rosso (Augh! Edizioni 2018) vincitore del premio Giallo indipendente 2019.
Vive a Firenze.

COD: ISBN - 9791280201058 Categoria:
Condividi su: